Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2018

Love Giver

Immagine
NO! Ripeto... NO! E tanto per essere chiari... NO! Qualche giorno fa un conoscente mi ha suggerito di googlare 'Love Giver' perché avrebbe potuto interessarmi ( essendo io una ragazza disabile, single, di 34 anni, senza esperienze sessuali all'attivo... ma il sessismo è un'altra storia! ), così l'ho fatto e la prima cosa che ho letto riguardo al 'Progetto' è stata questa:  "L’assistenza all’emotività, all’affettività, alla corporeità e alla sessualità si caratterizza con la libertà di scelta da parte degli esseri umani di vivere e condividere la propria esperienza erotico-sessuale a prescindere dalle difficoltà riscontrate nell’esperienza di vita. L’assistente sessuale è un operatore professionale ( uomo o donna ) con orientamento bisessuale, eterosessuale o omosessuale che deve avere delle caratteristiche psicofisiche e sessuali “sane” (importanza di una selezione accurata degli aspiranti assistenti sessuali ). Attraverso

Chimera Comix

Immagine
Sabato 9 giugno e Domenica 10 giugno sono stata alla seconda edizione di Chimera Comix  ( se cliccate sul link trovate la Pagina FaceBook con tutte le foto dell'evento ) svoltasi nello splendido comune toscano di Monte San Savino in provincia di Arezzo. Questa manifestazione ancora poco conosciuta, merita di essere portata alla ribalta per i numerosi lati positivi a suo favore. A partire dalla splendida location... Un borgo medievale circondato da mura che può accontentare facilmente sia i cosplayer a caccia di ambientazioni particolarmente adatte a personaggi storico/fantasy, sia il pubblico offrendo la visita di un bel luogo oltre agli stand e agli eventi legati alla manifestazione. Per quanto ami i borghi storici della nostra bella Italia, quando mi hanno contatto per invitarmi come ospite mi sono un po' preoccupata perché essendo 'in carrozza' ( sì, io la carrozzina la chiamo così, tanto sono bianca come una mozzarella quindi quel 'in carrozza

Mettersi a nudo

Immagine
Qualche giorno fa ho pubblicato il mio primo 'shooting sexy' di cui vi posto una foto di anteprima (link all'album qui ) e mi sono ritrovata a pensare su quanto sia facile... mettersi a nudo. Cerco di spiegarmi: in un mondo occidentale in cui  il corpo femminile viene ostentato anche solo per fare la pubblicità delle chewing gum, in cui la fisicità femminile tra skinny e curvy divide e crea battaglie social, e dove spesso le donne stesse ( molto più dei prevedibili e triviali commenti da 'leoni da tastiera' del maschio alpha di turno ) creano crociate e bersagliano le loro simili rasentando la bullizzazione commentando questo o quello scatto ( anche dell'attrice famosa ancora grassa dopo la gravidanza, con i capelli spettinati e gli abiti trasandati perché sta andando a far spesa e non sul red carpet, con cellulite, rughe ecc. ecc. ) esiste ancora un buon motivo per mostrarsi? Sì, io credo di sì. Mettersi a nudo, vuol dire molto più che mostrare qual